Collegamenti sponsorizzati

Il dress sharing

Il dress sharing

Sette abiti per sette giorni. Dal pret-a-porter al rent-a-porter: il primo progetto italiano di «dress sharing» sta riscuotendo un grande Brescia e non è affatto escluso che possa estendersi ad altre città italiane.

Il dress sharing Collegamenti sponsorizzati

Se amate cambiare spesso vestito, usare abiti ricercati ed essere all'ultima moda esiste una soluzione ecologica e molto comoda: il "dress sharing".  Nel Regno Unito ha già preso piede, in Italia c'è da giurare che lo farà molto presto visto il successo del "punto" di condivisione di Brescia.. Si chiama "eGo", ed è l'acronimo di Eco guardaroba Organizzato.
Il meccanismo è semplice: si paga un abbonamento annuale e una quota, che dà diritto di scegliere sette capi a settimana tra 120 diversi modelli, distribuiti in otto stili, dall'etnico allo sportivo, dal classico al casual, passando per il romantico e il glam. Il concetto di condivisione del guardaroba, non nuovo alle donne che fin da piccole si scambiano i capi preferiti, ma assolutamente inedito a livello di business, si applica fin dalla creazione della collezione
Niente lavaggi, bianchi e colorati in lavatrice, panni da stendere, ore a stirare...il servizio include, infatti, sia il lavaggio che la stiratura degli stessi abiti. Per il momento le clienti che privilegiano questo tipo di servizio sono professioniste in carriera, per le quali essere in ordine è alla moda è d'obbligo ma il tempo è poco e prezioso.
Il dress sharing è pratico per chi tra una dieta e un strappo  passa con una certa velocità da una taglia 40 a una 44 in una stagione, ma anche per chi ama cambiare look ogni giorno senza spendere un capitale. Al contrario, però, se una cliente si affeziona a qualche capo che ha indossato, lo può acquistare alla svendita di fine stagione, ogni anno infatti l'intera collezione viene completamente rinnovata.
Il risparmio che offre questa iniziativa non è soltanto economica ma anche di tempo: pensate infatti al piacere di cambiarsi di abito ogni giorno senza il pensiero di doverlo poi lavare e stirare.
Come detto per ora in Italia siamo solo ad un caso isolato ma dress sharing può di certo proporsi come un'alternativa pratica ed intelligente al classico concetto di guardaroba.
 

Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network
OkNotizie



Lascia un commento su questa pagina:

Inserisci le due parole che trovi nel box sottostante:

Collegamenti sponsorizzati

Argomenti Correlati

Noleggio abiti cerimonia

Noleggio abiti cerimonia: Avete in programma una cerimonia e preferite ...

Noleggio abiti sera

Avete bisogno di prendere a noleggio abiti da sera? Approfittate delle numerose ...

Noleggio smoking

Avete bisogno di prendere a noleggio uno smoking? Grazie ad internet potrete ...

Noleggio vestiti

Avete necessità di noleggiare vestiti? Internet vi offre l'opportunità di ...


Cerca nella tua Regione
Cerca nella tua Provincia
Collegamenti sponsorizzati


Scarica gratis il video 'Trovare clienti su internet' Scarica gratis la video lezione "Trovare clienti su Internet" Trova clienti su internet

Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Chiudi e accetta