Collegamenti sponsorizzati

noleggio aereo con striscione

Noleggiare un aereo con striscione per il vostro amore e non solo

Articolo aggiornato il 05-06-2012

Quante volte ci sarà capitato di vedere un film dove il protagonista chiede alla sua fidanzata di sposarlo tramite uno striscione trasportato da un aereo. Davanti a questa scena possono esserci tre domande possibili:

1.    La protagonista accetterà?
2.    Come fa l’aereo a comparire sempre a tempo dopo la dichiarazione?
3.    Come si fa ad affittare un aereo con lo striscione?

Per le prime due bisogna rivolgersi alla produzione del film, per la terza, basta contattare le aziende specializzate che offrono tale servizio.
Noleggiare un aereo con striscione per il vostro amore e non solo Collegamenti sponsorizzati
Tralasciando il romanticismo, la tecnica dello striscione trainato dall’aereo è molto usata nella pubblicità. Tutti avranno visto in estate passare sopra la spiaggia affollata un aereo con uno striscione che reclamizzava eventi, negozi o singoli marchi. L’effetto è notevole, anche chi cambia canale quando c’è la pubblicità in TV, presterà attenzione al messaggio in cielo.
Solitamente si associa questo servizio alla pubblicità per via dei costi non proprio accessibili. Una stima esatta è difficile da compiere perché bisogna considerare svariati elementi come: l’affitto dell’aereo (carburante + manutenzione + eventuali spese di trasferimento), il compenso del pilota (che varia a seconda delle ore di volo) lo striscione certificato e approvato per il volo, il/i ganci per il traino. Considerando, inoltre, che il noleggio non è di un’ora soltanto, si può affermare che se abbiamo un budget ridotto è meglio scrivere ti amo sulla sabbia!
Ad ogni modo, esistono numerose società in Italia che forniscono questo tipo di servizio e sui loro siti è possibile richiedere un preventivo dettagliato e senza impegno, giusto per citarne alcune:

1.    Aertraining.it, società di Monte Marenzo (Lecco) che si occupa di lavoro aereo su tutto il territorio nazionale;
2.    Airwallace.com, società fondata a Firenze nel 2004 composta da piloti, ingegneri e tecnici con provata esperienza nel settore aeronautico;
3.   Aerocentro.it, con base all’aeroporto di Salerno Costa d’Amalfi dal 1971 svolge la propria attività di scuola di volo e lavoro aereo;

E se non avete voglia di contattare più società, digitate “noleggioaeromezzi.imprendo.org”, è un portale che compara più preventivi contemporaneamente in poco tempo.
La gente, forse, si stupirà dei prezzi poco contenuti, ma far volare uno striscione in cielo è un’operazione molto complessa.
Per prima cosa serve un pilota adatto. Non basta avere il brevetto di volo e un aereo Cessna o Piper (i velivoli solitamente usati), ma ci vuole una licenza specifica per il “lavoro aereo” rilasciata dall’ENAC (Ente Nazionale Aviazione Civile).
Poi ci vuole lo striscione, fornito spesso dalla società ai cui si richiede la pubblicità aerea (oppure da aziende specializzate in striscioni), ne esistono di varie tipologie:
•    A composizione fissa (esempio 2m di altezza e 25m di lunghezza), caratterizzato da loghi, simboli e scritte anche su due righe, è riutilizzabile, quindi adatto alle pubblicità.
•    Componibile, quello classico dei film, formato da lettere in pannelli di nylon assemblati su un reticolo flessibile. I caratteri sono alti circa 150cm e lunghi 90cm, la lunghezza dello striscione può arrivare anche a 30m.
•    Pannello semplice (circa 9m x 25m), lo si vede sorvolare stadi, fiere e spiagge, è un supporto di nylon adatto per la rappresentazione di loghi, fotografie e messaggi personali stampati in quadricromia digitale.
•    Pannello ibrido (6m x 18m + 15m di coda) è un pannello abbinato a uno striscione in coda che unisce la possibilità di vedere un logo + un messaggio eventualmente variabile, questo è usato durante i concerti di più giorni per pubblicizzare il nome dei cantanti che si avvicendano.
•    Pannello doppio (6m x 25m) praticamente sono due pannelli semplici uniti in tandem.
Altro elemento da considerare è il traino dello striscione, che prima è steso accuratamente a lato della pista, poi agganciato a una corda che è appesa a due paletti in modo da formare un occhiello per essere agganciato e trasportato in aria dopo il decollo.
Ultimo ma non d’importanza, ci sono gli eventuali permessi da richiedere alle autorità competenti per lo spazio aereo occupato durante il volo. Di questo dovrebbe occuparsi la società organizzatrice del servizio, ma è sempre bene chiederne conferma in fase di preventivo.
“Verba volant scripta manent” (le parole volano gli scritti rimangono) dicevano gli antichi romani. Forse le parole volanti sullo striscione trainato da un aereo non rimarranno impresse nella memoria, ma di sicuro non passeranno inosservate!

Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network
OkNotizie



Lascia un commento su questa pagina:

Inserisci le due parole che trovi nel box sottostante:

Collegamenti sponsorizzati

Argomenti Correlati

Noleggio

In questa pagina troverete un elenco di aziende che operano nel settore del ...


Cerca nella tua Regione
Cerca nella tua Provincia
Collegamenti sponsorizzati


Scarica gratis il video 'Trovare clienti su internet' Scarica gratis la video lezione "Trovare clienti su Internet" Trova clienti su internet